• Twitter
  • Facebook

Val di Cerro

L'OSSERVATORIO

L’OAV - OSSERVATORIO ASTRONOMICO VALDICERRO è un osservatorio privato costruito nel 2008 nei pressi della città di Loreto (AN) in una piccola frazione residenziale. La posizione dominante dell’abitazione ha consentito di sfruttare il terrazzo della mansarda come luogo d’osservazione, godendo di un’ampia porzione di cielo. Le opere hanno avuto inizio nella primavera del 2008 col getto di un basamento in calcestruzzo ancorato al massetto esistente mediante tirafondi in ferro inseriti lateralmente. Sopra al pavimento originario, è stata realizzata una pedana in legno fissata sulle murature perimetrali, allo scopo di attenuare eventuali vibrazioni da calpestio e soprattutto di ridurre la micro turbolenza dovuta alle masse d'aria calda generata dai locali abitati sottostanti. Attualmente l'osservatorio ospita un telescopio principale di tipo Schmidt-Cassegrain da 9.25” di diametro e 2350 mm di focale, oltre ad un rifrattore apocromatico secondario da 72 mm” di diametro aperto ad f/6 su montatura equatoriale computerizzata Skywatcher EQ6 Pro, tutto sorretto da una colonna in acciaio autocostruita. La strumentazione è controllata tramite un netbook dedicato e software planetario, dal quale è possibile, anche da remoto e/o con processi automatizzati, puntare e riprendere qualsiasi oggetto celeste alla portata dello strumento. Dopo un iniziale utilizzo per fotografia astronomica deep-sky e planetaria, lo strumento è oggi utilizzato per astrometria di oggetti minori del sistema solare (MPC code: C92) e, quasi esclusivamente, per la ricerca di Supernovae extragalattiche con un processo d’acquisizione automatizzato, da me battezzato SARS (Survey Automatica di Ricerca Supernovae).

 

IL SITO

L'osservatorio è situato in una piccola frazione residenziale della città di Loreto (AN) e sorge nella mansarda di casa a circa 12 mt dal suolo. Data la posizione dominante, si è dovuto tener conto dell'alta esposizione agli agenti atmosferici a cui sarebbe stato sottoposto il ricovero dello strumento. Si è optato quindi per un materiale di qualità (legno okumè) per realizzare il mobile-ricovero dello strumento, ancorandolo saldamente alla muratura perimetrale per mezzo di due robuste barre in acciaio inox. Come in tutte le aree urbane, anche la frazione in cui sorge l’osservatorio è selvaggiamente illuminata da lampade di varia natura, anche se quelle pubbliche sono state recentemente “messa a norma” della specifica Legge Regionale. Nonostante questo, la camera CCD Atik 314L in uso riesce comunque a raggiungere in tempi brevi stelle di 19^ magnitudine. Nel sito dedicato all’osservatorio http://www.oav.name è raccolta gran parte della mia recente attività e dal quale è possibile visualizzare in diretta streaming le immagini del desktop di controllo del telescopio, quando questo è operativo.

Posizione GPS:  Lat. 43°25'34.73"N – Long. 13°36'35.83"E – Alt. 120m s.l.m.

Title Filter 
Display # 
# Article Title Author Hits