• Twitter
  • Facebook

Ponte di Piave

L'osservatorio

L'osservatorio privato di Ponte di Piave, nasce ufficialmente nel 1971, con la pubblicazione delle prime osservazioni visuali sui pianeti Marte, Giove e Saturno. Il primo telescopio utilizzato e la struttura che lo ospita, sono stati completamente autoprogettati e autocostruiti. Si trattava di un Newton da 200mm F=5,5 con superba ottica Marcon, ancor oggi perfettamente funzionante e una costruzione in muratura, con tetto scorrevole.
Attualmente lo strumento principale è un telescopio con specchio parabolico Marcon del diametro di 400 mm F=5,5 completato nel 1975 e recentemente rimesso a nuovo.
La meccanica è parzialmente autocostruita ed è otticamente configurato, per riprese al fuoco primario. Attualmente è impiegato sulla ricerca di Supernovae e studio in Hi-res sui pianeti.
Lo strume nto in parallelo è un telescopio rifrattore acromatico Meade da 150mm F/8 impiegato per autoguida e divulgazione astronomica.
La strumentazione principale è assistita da FS2,connesso ad un PC dedicato, che consente di puntare qualsiasi  oggetto celeste, presente nel software Carte du Ciel.
A completamento della  gestione meccanica, la recentissima applicazione di TDM v2 che consente pose di circa 5 minuti senza ausilio di autoguida, con una precisione testata di +- 0,6" d'arco in A.R.!
Tutta l'operatività principale di ricerca in osservatorio, è eseguita personalmente in ogni fase della sessione.

Il Sito

L'osservatorio è a Ponte di Piave (Treviso) a 11mt s.l.m. e sorge nel giardino di casa, posizionato su una terrazza a 3 mt dal suolo, per evitare, purtroppo solo parzialmente, l'umidità che si presenta spesso nella mia zona.
L'ubicazione, nata 40 anni fa in mezzo a vigneti, ormai è urbanizzata, circondata da abitazioni con illuminazione selvaggia e di varia altra natura.
Nonostante il sito sia quindi in zona urbana, si possono osservare in riprese normali, stelle otre la 20° magnitudine.
Un blog personale ( http://paolocampaner.blogspot.it/ ), riporta quanto di meglio, la mia attività di astrofilo riesce a produrre, sia di ricerca e di divulgazione.

Posizione Gps:  lat. N 45°43'12" - E 12°27'38"